.........................
di Sara Marangon

C'è tempo fino al 10 gennaio per consegnare i tagliandi, la proclamazione a fine mese

Il parrucchiere dell'anno 27 dic 2021
La presidente degli acconciatori di Confartigianato Renata Scanagatta (a destra) e il suo staff La presidente degli acconciatori di Confartigianato Renata Scanagatta (a destra) e il suo staff

Questa volta siamo davvero arrivati alla fine. Con il super tagliando da 300 punti dello scorso 23 dicembre si è chiusa la sfida per eleggere il "Parrucchiere dell'anno". Un super tagliando che ha voluto essere un modo per ringraziare gli oltre cento saloni che hanno aderito con entusiasmo alla seconda edizione di questa gara dedicata a chi ha fatto della passione per asciugacapelli, forbici e spazzole la propria professione. Stiamo parlando dei parrucchieri, parrucchiere o barbieri dei saloni di Vicenza e provincia; proprio loro sono entrati nel cuore dei clienti e dei lettori del nostro giornale tanto da essere votati e da figurare in quella che finora è solamente la classifica provvisoria, ma che si appresta a registrare gli ultimi sorpassi e retrocessioni prima di diventare definitiva e decretare così i vincitori.

Ci sarà tempo fino al pomeriggio di lunedì 10 gennaio 2022 per portare i tagliandi a mano in redazione (via Fermi 205, Vicenza) o per spedirli, e in questo caso farà fede il timbro postale. Raccomandiamo ancora una volta di non inserire fotocopie e di compilare correttamente tutte le schede poiché quelle bianche non saranno ritenute valide. La sede de Il Giornale di Vicenza sarà sempre aperta ad eccezione di venerdì 24, sabato 25 e venerdì 31 dicembre 2021. Successivamente si effettueranno i controlli e conteggi definitivi delle schede con il conseguente annuncio sulla data e sulle modalità delle premiazioni che indicativamente si svolgeranno a fine gennaio 2022.

La gara per eleggere il re o la reginetta de "Il parrucchiere dell'anno" era iniziata lo scorso 4 ottobre e fin da subito si è contraddistinta per l'entusiasmo e la grinta dei partecipanti. Un atteggiamento notato anche dalla presidente provinciale della categoria acconciatori di Confartigianato Imprese Vicenza, Renata Scanagatta che racconta: «Questa seconda edizione della sfida lanciata dal GdV ha sicuramente rappresentato una bella possibilità di collaborazione tra il quotidiano cittadino e Confartigianato. Attualmente sul territorio sono aperte altre 1500 attività associate del settore acconciatura e benessere. Molte di loro hanno colto l'occasione per partecipare alla gara, per lo più i saloni con una già consolidata dimestichezza con i social. Per i negozi più dinamici il contest si è dunque rivelato una grande vetrina, ma voglio ricordare anche la bravura e la professionalità di coloro che non hanno partecipato a questa edizione per i più svariati motivi». «Detto questo, mi è piaciuto leggere le interviste ai protagonisti, è stato un modo per scoprire tante storie interessanti di colleghi - prosegue la presidente titolare del salone "Benessere centrale" di Zugliano - anche io, nel mio piccolo, ho cercato di lasciare spazio ad altri parrucchiere, hair stylist o barbieri perché trovo giusto che siano anche gli associati a parlare della categoria che rappresento. L'andamento del nostro lavoro post Covid, almeno per quello che sto vivendo nel mio salone, è molto particolare: non c'è più la corsa affannata al parrucchiere prima della vigilia. Si rispettano gli appuntamenti e questo comporta un servizio migliore e più rilassato. A chi non ha trovato posto prima di Natale, è stato prenotato uno spazio nella settimana successiva, ma non ci sono stati problemi particolari».

In collaborazione con