.........................
di Sara Marangon

Ambrate e ramate le tinte top. «I modelli? Sono i calciatori»

Parrucchiere dell'anno 26 nov 2021
Zeljko Milojevic con il gruppo dei suoi collaboratori nel salone che gestisce dal 2014 (Foto Marangon) Zeljko Milojevic con il gruppo dei suoi collaboratori nel salone che gestisce dal 2014 (Foto Marangon)

La prima classifica provvisoria "Parrucchiere dell'anno" è stata svelata lo scorso fine settimana. Attualmente il primo posto è occupato dal salone "Lucia Zaupa" di Vicenza, il secondo da "I Casarotto" di Monteviale e il terzo da "Tricò" di Thiene. Ed è proprio con il titolare di quest'ultimo che siamo andati a scambiare due parole per scoprire qualcosa in più sulla sua attività e sulla sua passione per asciugacapelli e piastre. Attualmente la graduatoria racchiude una sessantina di nomi, ma ci aspettiamo che in quest'ultimo mese la partecipazione dei parrucchieri e dei barbieri di Vicenza e provincia si faccia ancora più sentita. Nelle ultime settimane, infatti, stanno giungendo alla nostra redazione molti tagliandi volti a sostenere la seconda edizione della sfida dedicata a il "Parrucchiere dell'anno".

Tricò Parrucchieri Il salone, aperto nel 2014 a Thiene, è gestito dal 35enne Zeljko Milojevic. Quest'ultimo nella prima edizione del "Parrucchiere dell'anno" aveva ottenuto un ottimo secondo posto. «Ci occupiamo sia dell'uomo, sia della donna, per cui Tricò è un salone di parrucchieri, ma anche barberia - racconta il titolare di origini serbe, in Italia da oltre vent'anni -. Ho iniziato questo lavoro da giovanissimo, tanto che per mantenermi facevo contemporaneamente anche il barista. Dopo il contest del 2018 al salone sono arrivate delle clienti nuove e questo ci ha fatto davvero piacere: è stata una bella forma di pubblicità. Ad oggi il lavoro non manca, anzi. La location è grande e abbiamo la possibilità di gestire più persone assieme nel pieno rispetto delle distanze e dei protocolli anti contagio». E a proposito della pandemia Zeljko Milojevic spiega: «Il periodo del Covid l'ho vissuto con serenità e senza lamentarmi. Io e i miei dieci dipendenti siamo rimasti a casa tranquilli aspettando il via libera per riaprire; arrabbiarsi non sarebbe servito a nulla». E se fino a tre anni fa Milojevic aveva due saloni, uno a Thiene e l'altro a Vicenza, adesso si concentra su quello di via Cappuccini. «L'attività che avevo aperto in centro città l'ho ceduta a una mia dipendente - prosegue il titolare che nel 2019 ha acconciato i protagonisti di X-Factor -. Questo perché stavo diventando un imprenditore e non riuscivo più ad essere un parrucchiere. Cosa propone la moda quest'anno? I toni delle tinte sono gli ambrati e i ramati, mentre per quanto riguarda i tagli ogni stilista propone qualcosa di diverso, sia corto che lungo. Non esiste più uno standard. Nei ragazzi giovani, invece, va il riccio: sto facendo parecchie permanenti. E i modelli da seguire sono i calciatori. Infine sembra terminato il periodo della barba lunga, ora si porta media»

.Come votare Il regolamento per il "Parrucchiere dell'anno" è ormai noto. Ogni giorno vengono pubblicati sulle pagine del GdV i coupon dedicati alla sfida. Solitamente le schede hanno il valore di un punto, ma a sorpresa, com'è già successo e come succederà di nuovo la prossima settimana, appariranno dei coupon speciali. Possono partecipare al contest gli hair stylist e i barbieri di Vicenza e provincia; nessun problema per chi ha già preso parte alla prima edizione della gara. Fino a metà dicembre continueremo a conoscere i protagonisti, li intervisteremo e cercheremo di capire perché la clientela si è affezionata ai loro saloni. Per votare basta scrivere su ogni tagliando il nome del parrucchiere, della parrucchiera o del barbiere che si desidera segnalare e dove si trova il salone. Le schede vanno spedite o consegnate a mano alla redazione del GdV in via Fermi 205 a Vicenza.

In collaborazione con